L’ astigmatismo irregolare e alcune informazioni utili.

Introduzione sull’ astigmatismo

L’ astigmatismo è un’ ametropia che deriva da una curvatura non uniforme della cornea, che di conseguenza origina un potere diottrico diverso lungo i suoi vari meridiani.

Possiamo definire astigmatica una cornea con curvature e poteri diversi nei suoi meridiani, mentre si definisce astigmatismo la differenza tra la gradazione corneale minima e quella massima.

Un occhio astigmatico ha problemi di messa a fuoco a tutte le distanze, le immagini risultano sempre sfuocate e la visione è disturbata. Non preoccupatevi, non è nulla di grave, possiamo correggerlo benissimo con gli occhiali e le lenti a contatto!

Ora parleremo di un caso più difficile che riguarda questa ametropia, dove anche la correzione non garantisce livelli alti di acuità visiva.

Astigmatismo irregolare

Di solito una cornea astigmatica ha due meridiani principali perpendicolari tra loro e in questo caso l’ astigmatismo si definisce regolare.

Invece, con un astigmatismo irregolare i meridiani principali della cornea non sono perpendicolari tra loro, perciò esistono delle irregolarità della curvatura e del potere corneale. Inoltre ci sono delle irregolarità di distribuzione dell’ indice di rifrazione della cornea.

Talvolta, a causa di forti irregolarità, come nel caso di un cheratocono avanzato, i meridiani principali non esistono nemmeno, perciò la cornea non origina due linee focali ma figure diffuse e irregolari senza una forma definita.

Capite bene che la visione prodotta da un astigmatismo irregolare è molto scadente e l’ acuità visiva risulta veramente bassa, in sostanza la visione è molto offuscata e confusa.

Un altro sintomo causato dall’ irregolarità dell’ astigmatismo è il senso di abbagliamento, che deriva dalle alterazioni della cornea. Si crea una sensazione di fotofobia estremamente fastidiosa.

Astigmatismo irregolare e cheratocono

Correzione dell’ astigmatismo irregolare

L’ unico modo per correggere e compensare un astigmatismo irregolare in modo soddisfacente è l’ utilizzo di lenti a contatto rigide. Questo perché tra una lente a contatto rigida e la superficie della cornea si forma un menisco lacrimale che funziona da lente correttrice.

Il menisco lacrimale regolarizza il sistema e corregge in parte l’ irregolarità astigmatica. Gli occhiali non possono risolvere questa situazione in nessun modo e nemmeno le lenti a contatto morbide servono a qualcosa.

Nel caso di astigmatismi irregolari gravi e cheratoconi avanzati è necessario l’ intervento chirurgico eseguito dal medico oculista, che segue il paziente anche negli esami precedenti e successivi all’ operazione.

Non esistono terapie basate sui farmaci per correggere e risolvere l’ astigmatismo irregolare, in ogni caso qualsiasi considerazione sulla sua diagnosi e cura è di competenza del medico oculista.

Lente a contatto rigida corneale applicata

Basta disturbi visivi! Contattaci per una consulenza

About the Author: Ottica Bianchi Lucia

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *